PELI INCARNITI: PREVENZIONE E CONSIGLI PER UNA RASATURA PERFETTA

PELI INCARNITI: PREVENZIONE E CONSIGLI PER UNA RASATURA PERFETTA

Che cosa sono

I peli incarniti sono peli cresciuti in modo scorretto: essi si sviluppano sotto pelle, all’indietro, di lato o perfino attorcigliati e non riescono a trovare una via di fuga verso l’esterno.

Normalmente il pelo percorre una traiettoria semi verticale ed emerge così dalla cute, sbucando fuori dal proprio follicolo pilifero.

Quando ciò non accade il pelo continua a crescere, ma rimane intrappolato sotto la pelle e crea un fastidioso rigonfiamento, che può provocare infiammazioni, rossore e prurito.

 

Quando e perché si formano:

  • La formazione di questi peletti incarniti, generalmente, colpisce le aree cutanee sottoposte a rasatura o epilazione, sia nei giovani adolescenti che negli adulti.
  • I più soggetti a questa problematica sono gli uomini con una peluria particolarmente ribelle: spessa, dura e tendente ad arricciarsi.

La natura irregolare di questa tipologia, infatti, non favorisce la fuoriuscita corretta dei nuovi peli e può essere associata a tutti gli individui di origine indoeuropea e afroamericana.

  • Le alterazioni del normale equilibrio della pelle di sicuro non aiutano.

Una pelle stressata, non curata, secca, desquamata e infiammata sviluppa più facilmente i peli incarniti e le irritazioni.

Inoltre se i pori della pelle sono otturati da sebo e impurità in eccesso, viene bloccata l’uscita del pelo che, non riuscendo a spuntare, cresce sotto pelle.

Per questo motivo è molto importante che mantieni una buona idratazione, pulizia e protezione della tua pelle e della barba, usando prodotti mirati regolarmente.

  • Quando il pelo ricresce è, di base, più duro e sfregando contro la cute può creare prurito e irritazione.

Evita di grattarti, per non stressare di più la pelle.

Una cute sensibilizzata e delicata tende ad irritarsi con più facilità e a creare brufoli da rasoio.

Ti consigliamo perciò di usare buoni prodotti emollienti e lenitivi, per ammorbidire il pelo che ricresce, per sfiammare e calmare eventuali arrossamenti e di prenderti cura della tua pelle proteggendola, idratandola bene e detergendola con attenzione.

  • C’è poi la predisposizione di alcuni a sviluppare un tipo di irritazione cronica chiamata Pseudofolliculitis Barbae (PFB) che é una pseudofollicolite della barba, caratterizzata da una infiammazione del follicolo pilifero, dalla tendenza a sviluppare particolarmente spesso peli incarniti e brufoli da rasoio che persistono nel tempo e fanno accumulare liquido nel follicolo, provocando anche dolore.

In questo caso consigliamo vivamente di prendersi cura della propria pelle con regolarità, di non stressarla troppo con eccessive rasature, di avere l’abitudine sia di depurarla e pulirla, che di lenirla ed idratarla e di usare prodotti validi e di qualità che mantengono l’equilibrio naturale.

Un’altra cosa che consigliamo è di consultare un dermatologo che analizzerà il tuo caso nello specifico.

  • Il motivo principale della manifestazione di irritazioni e peli incarniti dopo la rasatura della barba, che sia totale, parziale o solo per definirla sui contorni, è farla in modo scorretto.

Consigli e prevenzione per una rasatura piacevole.

Siamo qui apposta per chiarimenti e consigli pratici: ecco una breve guida sull’esecuzione di una rasatura ideale e, con la conseguente riduzione della formazione di effetti indesiderati.

  1. Detergere

Il primo step consiste nella giusta preparazione del viso alla rasatura.

Detergi la pelle con un esfoliante delicato e un po’ di acqua tiepida.

L’ideale sarebbe radersi subito dopo la doccia, perchè, con il vapore e il calore, la pelle è ben distesa e rilassata.

É perfetta anche una saponetta esfoliante, come quella che abbiamo in salone, per eliminare bene tutti i residui e le impurità e che, grazie alla sua parte idratante, ti aiuterà a snodare i peli della barba con le dita delle mani o un pettine a denti larghi.

In questo modo il rasoio andrà a contatto con la pelle e i peli nel modo appropriato e senza intralci.

Non passarti mai il rasoio a barba asciutta, poiché la lama non riuscirà a scorrere bene e creerai irritazione.

 

  1. Proteggere

Prima di passare la lama sul viso è importante creare uno strato protettivo con una buona crema pre-barba.

In questo modo la pelle viene idratata e ammorbidita e la lama scorre più facilmente, evitando strappi.

 

  1. Insaponare 

Anche questa è una fase importante: la schiuma da barba deve ammorbidire ed avvolgere completamente tutti i peli.

Usa un buon pennello, precedentemente bagnato con acqua tiepida, e massaggia con movimenti circolari la schiuma sul viso.

 

  1. Radersi

Ti consigliamo di usare un buon rasoio di qualità, preferibilmente a mano libera e con lamette intercambiabili, è più igienico e riduce la formazione di brufoli da rasoio.

Fai scorrere la lama dolcemente, con delicatezza, senza fare troppa pressione né trazioni, deve essere come una carezza.

E’ importante che distendi bene la zona della pelle dove passi la lama, aiutati con l’altra mano.

Se si blocca, fermati, non insistere o farai peggio, piuttosto vedi cosa impedisce lo scorrimento, ribagna il pennello, togli la schiuma che si è seccata, sostituiscila ed emulsiona di nuovo, massaggiando bene.

Lascia che il rasoio lavori per te.

Vai contropelo solo se la tua pelle non è particolarmente sensibile e te lo permette e ricordati di agire sempre con delicatezza.

Non insistere troppo sullo stesso punto o creerai irritazione, piuttosto, se necessario, risciacqua il viso con acqua tiepida, insapona di nuovo e fai la seconda passata.

L’ ideale sarebbe radersi la mattina quando la pelle è più riposata e rilassata, mentre il momento  più sconsigliato è la sera.

Dopo la stanchezza di un’intera giornata la pelle tende ad irritarsi più facilmente.

 

  1. Risciacquare

Finito di raderti, sciacqua il viso stavolta con acqua fresca: oltre a togliere i residui di sapone e i peli recisi, darà vigore e una gradevole sensazione a viso e barba.

L’acqua fredda infatti richiude i pori, tonifica la pelle e lucida il pelo della barba rimasta.

 

  1. Idratare

Ultima, ma non per importanza è l’idratazione al termine della rasatura.

Usa una buona crema dopo barba, che idrati nel modo giusto la cute trattata, ammorbidisca i peli appena recisi alla radice, prevenendo che s’incarnino e che lenisca infine eventuali arrossamenti.

 

N.B.

Un altro ottimo consiglio per la prevenzione dei peli incarniti è quello di eseguire un delicato scrub naturale, per esempio con l’esfoliante utilizzato all’inizio, anche alla fine della rasatura e di continuare ogni tanto nei giorni successivi.

Così facendo si eliminano impurità, residui, sebo e cellule morte e per il pelo è più facile fuoriuscire senza impedimenti.

 

Per qualsiasi dubbio e ulteriori domande, scriveteci senza esitazione, saremo più che felici di assistervi!

 

Chiamaci: +39 320 1467 050 (operativo anche WhatsApp)

Mandaci una E-mail: info@mirkoparrucchiere.it

Mirko Parrucchiere
Via Roma 21 – Montecosaro (MC)